Vai al contenuto

Quanto guadagna un giocatore di Serie A?

Soccerment ha analizzato i dettagli contrattuali, nonché gli stipendi di tutti i 548 tesserati della Serie A, e messo i dati in contesto nel loro articolo in lingua inglese; abbiamo estrapolato qualche dato interessante, per l’articolo completo in lingua inglese clicca qui.

Il Budget stipendi della Serie A è cresciuto del 18% rispetto alla scorsa stagione.

Secondo la Gazzetta dello Sport, questa stagione il monte ingaggi totale in Serie A è il più alto di sempre; sembrano lontani gli anni bui del calcio italiano, e la possibilità di avere a libro paga tesserati per un totale lordo di più di un miliardo di euro pare un dato importante in questo senso.

Rispetto all’anno scorso, infatti, si registra un incremento del 18% (1,1 miliardi contro 955 milioni della passata stagione). Incremento facilitato dall’ingaggio da parte della Juventus di CR7, che impatta per 62 milioni lordi sul monte ingaggi totale.

La somma degli stipendi di tutti i tesserati di serie A negli anni
La somma degli stipendi di tutti i tesserati di serie A negli anni, mai così alti come in questa stagione. (Grafico di Soccerment)

 

Il monte ingaggi non coincide sempre con i risultati in campo

L’ingaggio di Cristiano Ronaldo ed il conseguente trasferimento di Higuain (secondo giocatore più pagato in Serie A) in rossonero, ha di fatto aumentato il divario tra il monte ingaggi delle squadre top e delle realtà che lottano per la retrocessione. È possibile verificare, quindi, come il salario medio di un giocatore della Juventus sia infatti quasi 17 volte quello di un giocatore dell’Empoli.

Ad implementare la tesi appena espressa ,come si può notare dal grafico sottostante, gli stipendi per squadra permettono fondamentalmente di dividere le 20 squadre di Serie A in 7 gruppi:

Serie A's total gross salaries, by team
I salari totali per squadra, da questo grafico emergono 7 differenti gruppi.

 

1 – Juventus;
2 – Le contendenti per un posto in Champions Milan, Inter, Roma, Napoli;
3 – Lazio (anch’essa contendente, ma storicamente meno disposta ad avere un monte ingaggi elevato);
4 – Alta metà classifica: Torino, Fiorentina, Sampdoria, Bologna e Sassuolo;
5 – Bassa metà classifica: Cagliari, Genoa, Atalanta e Udinese;
6 – Lotta per la retrocessione: Parma, Frosinone, Chievo, Spal;
7 – Empoli

Anche guardando gli stipendi appare chiara la difficoltà di trovare una anti-Juve; i bianconeri, infatti, possono permettersi un monte ingaggi più alto quasi del doppio rispetto alla media degli ingaggi di quelle che, almeno sulla carta, dovrebbero essere le più serie contendenti alla vittoria finale, evidenziando ancora una volta lo strapotere bianconero anche a livello finanziario, oltre che sportivo.

D’altro canto, il monte ingaggi non è però sempre un ottimo indicatore per stabilire i risultati di una squadra o la classifica di un campionato. Si prenda in analisi la scorsa stagione (vedi grafico seguente), infatti, il Napoli, quarto per monte ingaggi, è arrivato ad una manciata di punti dalla Juventus, e l’Atalanta, 13 esima per stipendi, ha raggiunto un piazzamento in Europa.

 

La correlazione tra gli stipendi ed i punti nella stagione 2017/18 di Serie A
La correlazione tra gli stipendi ed i punti nella passata stagione, sebbene ci sia genericamente una correlazione, essa lascia spazio ad una manciata di eccezioni.

Cristiano Ronaldo guadagna più di Spal, Empoli e Chievo messe assieme

CR7 è di gran lunga il giocatore più pagato del campionato, nonchè uno dei 3 più pagati in Europa, stipendio comprensibile visto il potere mediatico del portoghese e la sua capacità di essere un brand prima che un giocatore di pallone, facendo ricoprire parte del costoso investimento della Juventus con le sole campagne pubblicitarie e di marketing.

Per la prima volta nella storia della Serie A, però, un singolo giocatore guadagna più di una rosa intera di una squadra della stessa competizione.

Cristiano, con uno salario netto di 31 milioni (62 milioni lordi, usando una tassa al 50%, una semplificazione in ogni caso non troppo lontana dall’effettiva tassazione) costa da solo più di quanto l’intera rosa del Torino, della Fiorentina o di altre 12 squadre del nostro campionato. In altre parole, eccezione fatta per le big, ogni monte ingaggi totale di un altra squadra è inferiore a quello di Ronaldo, ulteriore chiaro segnale della supremazia bianconera in questo senso.

Addirittura, anche unendo gli stipendi dei giocatori di Chievo, Spal ed Empoli, il monte ingaggi (57 milioni, 21 di Chievo e Spal, 16 dell’Empoli ) resta inferiore a quello del portoghese.

Il monte ingaggi lordo di ogni squadra di Serie A, paragonato a quello di CR7 (in nero)
Il monte ingaggi lordo di ogni squadra di Serie A, paragonato a quello di CR7 (in nero)

 

L’analisi lascia ben sperare in vista di un rilancio del calcio italiano, ma, a differenza del suo punto più alto negli anni 2000, vi è una grossa “forbice sociale”: non si può più parlare di 7 sorelle, ma di una squadra con un grande potere finanziario, seguita dalle altre big.

 

Immagine copertina: ioamoilfoggia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.