Vai al contenuto

Il PSG non gioca a calcio

750 milioni; tanto ha speso il PSG in otto anni, senza di fatto ottenere nulla. La ricchezza non porta successi, e i parigini ne sono il lampante esempio. Il calcio ha la capacità di far sembrare il più ricco degli uomini il più sciocco, ed ecco che Neymar pare accontentarsi di una gabbia d’oro, del glamour invece che della sostanza.

In seguito a PSG-Liverpool, il Guardian, invece che commentare la partita, ha giustamente deciso di soffermarsi sul fatto che no, non era nemmeno una partita di calcio, almeno, non dalla parte dei parigini. E non importa se era la prima assoluta della nuova collaborazione con Air Jordan, il PSG si presenta senza un barlume di idee, con la chiara speranza che uno di quei tre lì davanti faccia qualcosa di pazzesco, ma lasciare tre anime a 50 metri dal resto della squadra, per quanto eccezionali essi siano, non è giocare a calcio.

Il Paris Saint-Germain è una squadra senza evoluzione, senza sviluppo, che non riesce ad imparare le annuali lezioni che vengono loro puntualmente inferte. Tutti i difetti del PSG eliminato dal Real Madrid negli ottavi di finale della passata stagione riappaiono ad Anfield. Lasciar fluttuare i tre attaccanti lì davanti, in attesa di un guizzo può essere sufficiente in Ligue 1, in fondo il livello tecnico non .è di certo il più alto d’Europa, ma non appena compare un avversario all’altezza tutti i nodi vengono al pettine.

Il posizionamento medio del PSG ad Anfield; nonostante la partita li ha visti in lungo e in largo schiacciati nella propria metà campo, Neymar e Mbappè sono mediamente molto avanzati, sintomo di come il loro compito sia solo quello di aspettare di ricevere la palla ed inventare, un po’ come il giocatore più forte della squadra di calciotto con gli amici.

 

E Thomas Tuchel? Ha addosso l’etichetta del nuovo Jürgen Klopp, in fondo è un allenatore formato dal mondo del pressing alto, la Bundesliga, senza però perdere occasione di subire influenze esterne. Un malato di calcio che offre una cena a Guardiola dopo essere stato sconfitto 5 a 1 per formarsi sul juego de posicion del catalano. Ma non è un allenatore vincente, eppure il PSG sceglie lui e la sua idea di gioco. Ma il gioco del PSG ad oggi non è il calcio di Tuchel, non è calcio.

Gareth Southgate, CT della nazionale, il martedì di Champions League ha preferito visionare Derby County-Blackburn, piuttosto che osservare Alexander-Arnold marcare Neymar, o Jordan Henderson combattere a centrocampo, eppure ha probabilmente fatto la scelta giusta. Una partita di non-calcio come quella contro il PSG come sarebbe potuta essere un indicatore di talento?

Guardando il risultato sembra sia stata dura, eppure Liverpool-PSG non è mai veramente entrata in discussione. Tra il gol anomalo di Meunier e il pareggio di Mbappè, in 40 minuti, il PSG non è mai arrivato la conclusione, anzi, ha completato 8 passaggi nella metacampo del Liverpool. Otto. In 40 minuti. Eppure i parigini fanno 2 a 2, Neymar recupera palla ed un tentativo egoista di andare verso la porta diventa un assist per Kylian Mbappè. Parliamo pur sempre di giocatori Top, in grado di capitalizzare qualsiasi mezza occasione. E così è stato.

Sarebbe stato disastroso. Il PSG che torna da Anfield con una delle peggiori prestazioni mai viste per una squadra di quel calibro, ed un punto in saccoccia. Sarebbero tornati a Parigi con la consapevolezza di aver guadagnato un punto prezioso. Gli sarebbe bastato resistere sette minuti più recupero, ma non ci sono riusciti.

Il gol di Firmino è la cartina tornasole di cosa non sia il PSG, a pochi secondi da uscire illesi da Anfield non c’è nessuno che sembra cercare fino in fondo di bloccare l’incursione del brasiliano, più che stanchezza parrebbe una completa mancanza di abnegazione, la stessa che Tuchel riusciva a tiare fuori anche dalle riserve a Dortmund. Ma forse sacrificio e PSG non possono stare nell stessa frase.

E allora, come ogni maledetta stagione, ritorna la stessa, fondamentale domanda: cosa è il PSG? Un castello costruito ad hoc per Neymar? Un tempio del marketing per la Nike e l’Air Jordan? Di certo non una squadra di calcio, nel senso tradizionale del termine.

 

 

Un commento su “Il PSG non gioca a calcio Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.